Infondiamo la partecipazione


Nel 1989 cade il muro di Berlino. Erano in maggioranza ragazzi, giovani come me, speranzosi nel futuro con picconi e vanghe a cercare di sfondarlo.
2012 la Palestina entra a far parte dell'ONU, un piccolo passo verso la fine di una grande guerra.
Oggi il muro ancora c'è.
Il muro che ci divide, il muro che ci impedisce di vedere l'altro, che ci isola nella nostra dimensione dorata, pensando che il fuori non possa tangerci.

Ecco da cosa nasce il progetto INFONDIAMO LA PARTECIPAZIONE, sito nella città di Fondi, nato da un'idea di Erika Munno e Antonella Malizia, dalla speranza di abbattere il "muro", dalla voglia di fare qualcosa insieme, dando stimoli ai piu giovanni, che troppo spesso nelle piccole citadine ne sono privi. Tra le altre cose, il progetto proporrà una collezione di abiti disegnati da Antonia Spagnardi, studentessa in Scienze della moda e apprendista stilista. Una collezione non ispirata a nessuna tendenza in particolare, ma ai colori del mondo, al sorriso delle persone, all'utopia di un mondo migliore.
Perchè la moda, anche se considerata da molti futile e superficiale, è in realtà uno spunto in comune da cui partire, tutti infatti devono vestirsi, aderire ad una tendenza o inventarsene una propria.

























Io aderisco al progetto e voi? Potete iscrivervi cercando la pagina facebook INFONDIAMO LA PARTECIPAZIONE.













Share:

0 commenti