Al Pitti con Nè Nè



Buongiorno ragazze, se mi seguite sui social, avrete capito che quest'anno parteciperò alla fiera della moda Pitti, come inviata per alcune testate giornalistiche. Per la prima giornata ho scelto un marchio 100% Made in Italy e handmade, cucito su misura per me dalla fantastica Irene: NéNé
Né Né: ovvero né una cosa, né l'altra. Ma anche entrambe. Abbigliamento e accessori cuciti a mano, con tessuti ricercati e cura dei dettagli. Essenziali ma eleganti, pratici ma raffinati, i capi Né Né sono pensati per adattarsi a diverse esigenze senza rinunciare ad un tocco di originalità,pezzi unici da sfruttare in diverse occasioni: descrizione esatta dell'abito che ho scelto e che indosserò per tutta la giornata, diversificando il look con gli accessori.
Né Né crea pezzi unici da sfruttare in diverse occasioni. Ciò che si vuole trasmettere è l'idea che l'eleganza non sta nell'eccesso ma nella semplicità, purchè molto curata. Il destinatario delle creazioni Né Né è una donna che ama la sobrietà ma desidera aggiungere un tocco imprevisto per distinguersi. L'ultima collezione P/E 2015, /ge·o·mè·tri·co/, è caratterizzata dall'essenzialità e dal rigore delle linee, affiancate ad influenze retrò. Per usare una metafora “sartoriale”, Né Né è un taffetà di cotone: creato a partire da una materia semplice ma raffinato nel risultato finale. In una realtà usa e getta, la sfida di Né Né è di creare capi eterni, che possano essere goduti al massimo e non prevedano sfruttamento di persone e cose. Nella giungla delle catene di abbigliamento prodotto in serie, un abito realizzato artigianalmente e unico è certamente qualcosa che fa emergere dal mucchio. 
Se vi siete incuriositi abbastanza, date on'occhiata alle sue pagine: 


 







Share:

3 commenti