Il fascino dell'est: Romania.



Questo post era pronto da settimane, adesso tutta questa neve non ha nemmeno tanto senso, ma a me serve sempre tempo per metabolizzare i viaggi, specialmente quelli significativi. Ho trascorso ben due settimane tra Bacau e Bucarest per un corso sui diritti umani, un'esperienza meravigliosa che ha coinvolto ben 50 ragazzi provenienti da mezza Europa. Ma veniamo al dunque. Com'è la Romania? Vale la pena visitarla? Vi posso dire che ci sono zone e zone. 
Sicuramente consiglierei a tutti di prendere un volo Ryanair 50 € a/r per trascorrere un bel weekend lungo a Bucarest, una città bella da visitare, ricca di cultura, storia e divertimento. Tantissimi i monumenti ed i musei, come il Parlamento (il secondo più grande al mondo e il più grande in Europa) manifestazione dell'ego smisurato del dittatore Ceausescu, che merita sicuramente una visita al suo interno, l'Arcul de Triumf (copia più piccola del più famoso arco di trionfo francese), la casa di Ceausescu, il museo di Storia rumena e tanto altro. 
Per chi è in cerca di relax, invece, terme più belle, anzi straordinarie di quelle di Bucarest non ne vedrà: due padiglioni immensi con vasche di sali di Litio e Mar Morto e un parco acquatico dedicato ai più giovani, al costo di circa 22 €. E si perché in Romania, non essendoci ancora l'euro, i costi sono molto bassi. 
Per la sera, invece, è d'obbligo la tappa al Caru' Cu Bere, uno dei ristoranti più belli e caratteristici della città, al centro, nei vicoli della città vecchia dove poi il cibo è ottimo e i prezzi molto ma molto contenuti! 
Per girare optate per il servizio Uber, sicuro ed  affidabile al 100%, sicuramente più del servizio taxi. Non fate come me, l'inverno non è sicuramente la stagione adatta per visitare un paese verde come la Romania, nella regione della Moldavia dove ho soggiornata per la prima settimana (Slanic Moldova), infatti, le temperature sono scese sotto i 16 gradi e sinceramente ho potuto godermi poco il paesaggio, faceva troppo freddo persino per sciare, che poi c'era solo una pista anche se a quanto pare la località era famosa per i cultori dello sport...
Bacau, in ultimo, da evitare come la peste, non c'è praticamente nulla, se non palazzoni grigi.

Fonte: ph by Giada Pisano

Fonte: ph by Giada Pisano




Fonte: http://www.nightlife-cityguide.com/guide-nightlife/vita-notturna-bucarest-nightlife-discoteche-locali/attachment/vita-notturna-bucarest-caru-cu-bere/



Fonte: http://www.tennisforum.com/13-non-tennis/908633-romanian-landscapes-travel-places-discover-romania-beyond-bad-labels-news-33.html








Fonte: ph by Alessio Matta

Share:

3 commenti